Festival Venezia 73: la mia esperienza

20160901_173605.jpg

In questi giorni al Lido di Venezia si sta svolgendo l’annuale Festival del cinema, che è arrivato alla sua 73esima edizione. In lista per calcare il famoso tappeto rosso una gran parata di star, tanto da far considerare il festival cinematografico veneziano al pari, se non migliore quest’anno, di quello apprezzatissimo di Toronto. Infatti il calibro degli attori che vengono invitati ed accettano di partecipare è sempre più di qualità e gli appassionati di cinema come me non possono che esserne entusiasti.

L’1 e il 2 settembre ho avuto la grandissima fortuna di poter essere presente e mi piacerebbe raccontarvi la mia esperienza. Non è la prima volta che mi reco al Festival, questa è stata la terza, ma ogni anno è come fosse il primo: emozione incontenibile e la sensazione di essere nel posto giusto.

DAY 1

Alle 15:40 io e alcuni amici appassionati cinefili ci dirigiamo alla fermata del vaporetto per poter arrivare al Lido. Arriviamo davanti al red carpet e alla Sala Grande per le 16:20 e troviamo già parecchie persone calcate alle transenne in attesa della serata. Ci muniamo di ombrello per proteggerci dal sole caldissimo, di una bottiglia d’acqua e qualche rifornimento e siamo pronti ad aspettare. Finalmente si fanno le 18:45; le luci sulla passerella si accendono, la musica alle nostre spalle si alza e possiamo così sentire per la prima volta la splendida colonna sonora del film che verrà presentato da lì a poco all’interno della Sala Grande. Un megaschermo permette anche a chi è più lontano di vedere chi sta attraversando la passerella in quel momento ed è parecchio utile per noi, che abbiamo scelto di posizionarci al lato opposto in cui ci sono i fotografi, proprio davanti all’intervistatore ufficiale per Rai Movie, Livio Beshir, che da parecchi anni ormai si occupa di intervistare le star sul celebre tappeto rosso.

Ho modo di osservare così anche i “dietro le quinte” di ciò che è mostrato in tv: i fotografi che si preparano, i giornalisti che rileggono il copione prima di andare in onda, i fan eccitati che preparano i cellulari e i block notes per gli autografi. Ed ecco che arrivano le grandi star. Un boato li accoglie e i loro nomi sono ripetuti per tutta la durata della passerella. In un batter d’occhio il bel Michael Fassbender si trova davanti a noi e sorride, scatta molte foto coi fan e firma autografi. E’ veramente carino e disponibile: fa più volte il giro delle transenne per permettere a tutti di vederlo e di avvicinarlo.

425424443_141046.jpg

Poi è il turno della raffinatissima Alicia Vikander, che mentre firma ad un palmo dal mio naso si scusa di non poter restare di più.

425231187_142205.jpg

Due attori umili e talentuosi, che trattano i fan con rispetto. Tanto di cappello. Accade tutto così velocemente che a fatica ce ne si rende conto, ma l’attesa è valsa decisamente a qualcosa!

Al termine del red carpet mi dirigo alla sala PalaBiennale, per assistere alla proiezione di “The light between oceans” di Derek Cianfrance, proprio con protagonisti i due attori che ho visto un momento fa nei loro scintillanti abiti firmati. La sala è gremita e i brusii carichi d’attesa esplodono in applausi al termine della visione, e anche in lacrime di commozione per qualcuno.

20160902_202206.jpg

DAY 2

Arrivo sempre alle 16:20 al Lido e mi posiziono nello stesso punto, che si è rivelato piuttosto fortunato, di ieri. Oggi c’è più gente e molte più ragazzine: devono arrivare Jake Gyllenhall e Aaron Taylor-Johnson! Riprendiamo il rituale dell’ombrello aperto per ripararci dal sole e dello sgranocchiare qualcosa per ingannare l’attesa. Inizia la melodia della colonna sonora del fim della serata, che crea atmosfera. Alle 19, con qualche problema di ritardo, si accendono i riflettori sul tappeto rosso fuoco e tra uno schiamazzo e l’altro ci rendiamo conto che Colin Firth è a un passo da noi; una sorpresa inaspettata e molto gradita, dato che l’attore non ha partecipato a nessun film in concorso.

20160902_183228

Poi è il momento di Aaron-Taylor Johnson, che si avvicina per qualche foto e alcuni autografi, anche se a causa del ritardo vanno tutti un po’ di fretta. In ogni caso riesco a vederlo molto bene quando mi passa davanti e, scusate ma devo dirlo, è bello come sembra.

20160902_184449

Il turno seguente è tutto del fascinoso Jake Gyllenhall, che si concede un po’ di più ai fan e appare molto rilassato.

20160902_184330.jpg

Infine arriva lei, la dea rossa che tutti aspettavano: la stupenda Amy Adams, fasciata in un abito lungo dorato e scintillante. Purtoppo è quella che, tra gli altri, si è avvicinata di meno alla nostra postazione, per mancanza di tempo, ma ci ha salutati molte volte durante la sua intervista con Beshir.

20160902_184932.jpg

Al termine di tutto il trambusto, ci dirigiamo ancora una volta al PalaBiennale, per la visione di “Nocturnal animals” del regista Tom Ford; anche qui gli attori che hanno sfilato un’ora prima sono i protagonisti della vicenda narrata sullo schermo. La sala, se può essere possibile, è ancora più piena della sera prima e ancora una volta la pellicola è accolta da uno scroscio di applausi quando appaiono i titoli di coda.

 

 

Inutile dire che è stata una esperienza bellissima e mi considero molto fortunata per la possibilità che ho avuto, ovvero poter ammirare da vicino star così importanti e capaci e vedere in anteprima mondiale due pellicole in concorso per il premio Leone d’oro. E’ stata anche un’occasione per passare del tempo con alcuni dei miei amici e per visitare ancora una volta la splendida e soleggiata Venezia, che con i suoi scorci sui canali ha reso tutto ancora più magico.

Auguro a tutti gli appassionati di cinema di trovarsi un giorno al Lido e di avere la possibilità di toccare con mano il loro sogno, di poter vedere con i loro occhi il patinato e luccicante mondo cinematografico che solitamente siamo abituati ad immaginare.

Perché io, quando si sono spente le luci in sala e stava per iniziare la proiezione, per entrambe le serate ho pensato, citando una canzone dei Clean Bandit: “There’s no place I’d rather be”.

20160901_173450

A presto,

Bea

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...