“Il Film” Tag

Oggi mi cimenterò con un tag dedicato al mondo del cinema, scovato per caso sul grande  e potente Web; ho scritto i primi film che mi sono venuti in mente di getto, quindi ne avrò esclusi sicuramente altri mille di meritevoli, che prontamente mi torneranno alla memoria non appena avrò pubblicato questo post! In ogni caso, spero di darvi spunti per le prossime visioni o di trovarvi d’accordo su alcune pellicole citate 🙂

 

 

1) Il personaggio cinematografico che vorresti essere.

Domanda difficilissima! Vorrei essere tanti personaggi, troppi. Il primo che mi viene in mente su due piedi? Levin di “Anna Karenina” (Joe Wright, 2013) per il suo carattere timido e riflessivo, la capacità di ponderare le decisioni e la predisposizione alla semplicità e all’amore sincero.

2) Genere che ami e genere che odi.

Odio veramente tanto i cinepanettoni e le commedie volgari / parodie di film famosi (stile “Scary Movie” per intenderci), salvo pochissime eccezioni.

Amo alla follia le commedie romantiche e i drammatici in generale, meglio ancora se hanno come soggetto una storia d’amore, intesa anche come legame affettivo tra genitore e figlio o tra uomo e animale.

3) Preferisci i film in lingua originale o doppiati?

Dipende. Se il film per qualche caso particolare (lavoro specifico dell’attore per modificare il suo accento, storia piena di pathos da assaporare con le inflessioni della voce dell’attore in originale, motivi di studio ed esercizio della lingua) merita di esser visto in lingua lo faccio senza problemi, ma in genere guardo le pellicole in italiano, per comodità e perchè comunque il doppiaggio italiano non è per nulla cattivo.

4) L’ultimo film che hai comprato?

Non compro moltissimi dvd ahimè, ma l’ultimo è stato “Sunset Strip” del 2000, diretto da Adam Collis. Ero curiosa di vederlo da qualche tempo, ma mi ha delusa purtroppo!

5) Sei mai andata al cinema da sola?

Non mi è ancora successo. Credo però che non mi sentirei troppo a mio agio, perché un film visto al cinema a mio parere è condivisione di opinioni, commenti sui trailer prima della proiezione e riflessioni una volta usciti dalla sala. Insomma, anche se durante il film il silenzio è sacro, mi piace poter avere qualcuno con cui confrontarmi nella pausa o comunque nei momenti chiave della storia, a caldo.

6) Che cosa ne pensi del Blu-ray? 

Sarò antica, ma non ho mai visto un film col lettore blu-ray e va da sé che non ne possiedo uno. Immagino che l’esperienza visiva sia più nitida, ma sinceramente non sento il bisogno di soppiantare i dvd o i film visti sul pc: la storia è godibile comunque.

7) Che rapporto hai con il 3D?

Ho avuto modo di provare il 3D in almeno due o tre occasioni e devo dire che non mi dispiace. Non portando gli occhiali, non mi trascino fastidiosi mal di testa e non ho problemi ad indossarne due paia. Trovo che se il film è impostato seriamente per il 3D (cioè se la storia si predispone per l’uso e non è una mera forzatura pensata per fare soldi), allora possa funzionare bene. In generale però, potendo scegliere tra 3D o meno per lo stesso film, scelgo il senza, anche per una questione di costi.

8) Cosa rende un film uno dei tuoi preferiti?

Un film per colpirmi davvero deve avere una storia sensata (che può anche essere banale, ma deve avere una sua coerenza), che mi spinga a riflettere su qualche tematica importante. Per questo prediligo i drammatici, più portati alle lacrime (se piango durante la visione, quel film potrebbe essere un buon candidato nei miei film preferiti), ma ho scoperto anche diverse commedie o fantascientifici in grado di trasmettermi tantissimo. Devo potermi immedesimare nei personaggi, che sia per esperienze comuni o perché sono riuscita a calarmi in quella precisa realtà e ad interiorizzarla. Ultima cosa: se mi torna in mente più volte nei giorni seguenti ala visione, vuol dire che in un certo senso ha fatto colpo.

9) Preferisci vedere i film da sola o in compagnia?

A casa guardo quasi sempre film da sola; questo mi permette di svolgere altre attività nelle pause (se si tratta di film in tv) o di iniziarlo e finirlo quando voglio e senza dover aspettare nessuno (se si tratta di film da pc). Al cinema, come dicevo qualche riga fa, preferisco compagnia. Se poi si tratta di horror, più persone ho intorno, meglio è!

10) Ultimo film visto?

Al cinema “Arrival” di Denis Villeneuve, del 2016. Consigliatissimo tra l’altro.

A casa “Amori & incantesimi” del 1998, diretto da Griffin Dunne e scovato in tv. Lo avevo già visto una volta, ma ero piuttosto piccola e non lo ricordavo bene, quindi qualche sera fa ho deciso di riprenderlo; molto carino!

11) Un film che fa riflettere.

E qui potrei scrivere la Divina Commedia! Ma per vostra  fortuna mi limiterò a citarne alcuni: “Lei” (Spike Jonze, 2014) e “Ex Machina” (Alex Garland, 2015) per il rapporto tra uomo e macchina / amore e tecnologia, “La strada”, “Requiem per un sogno” (Darren Aronofsky, 2000) e “Animali notturni” (Tom Ford, 2016) per come sono affrontati i temi dell’amore e della solitudine.

12) Un Film che fa ridere.

Ho riso non poco in “Come ti spaccio la famiglia” (2013, Rawson Marshall Thurber), ma anche in “Come ammazzare il capo e vivere felici” (2011, di Seth Gordon). Battute davvero divertenti e personaggi interpretati da attori competenti, per un risultato assolutamente non patetico.

13) Un Film che fa piangere.

“Vento di passioni” di Edward Zwick, 1995. Se deciderete di vederlo, preparatevi pacchetti e pacchetti di fazzoletti. O forse, che fate prima, un paio di rotoli di carta igienica!

14) Un Film orribile.

“Tammy” per la regia di Ben Falcone, 2014. Pensavo che avrei visto una commedia divertente e ben pensata, invece mi ha annoiata ed intristita, perché ha tinte amare molto marcate.

15) Un Film che non hai visto perché ti sei addormentata.

Lo scorso mese hanno trasmesso in tv “Transcendence” del 2014, di Wally Pfister. Mi stava piacendo, ero decisa ad arrivare fino alla fine, anche se ero stanchissima e mi bruciavano gli occhi, ma … Mancavano 30 minuti alla fine e sono crollata. E mi vergogno di dire che ad oggi devo ancora andare a recuperare la fine!

16) Il Film più lungo che hai visto.

Mi viene in mente “Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato” di Peter Jackson del 2012; dura 169 minuti.

17) Un Film che ti ha delusa.

A malincuore devo nominare “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni” di Woody Allen, del 2010. Amo questo regista e difficilmente trovo qualche sua pellicola che non mi piace, e ne ho viste 16. Questo però mi è sembrato privo di contenuto e senza quel tocco “alla Woody” che mi piace tanto.

18) Un Film che sai a memoria.

“Titanic” di James Cameron, mastodontico filmone del 1997. E’ stata una delle prime fisse cinematografiche che io ricordi, quando ero piccola.

19) Il Film che hai visto perché ti ci hanno trascinata.

“Colpa delle stelle”, visto al cinema (2014, Josh Boone). Carino, tristissimo, ma col senno di poi mi sono resa conto che non sarà una storia che ricorderò negli anni. Pensavo mi avrebbe sconvolto emotivamente, e invece non è andata così.

20) Il Film più bello da un libro.

“La strada” di John Hillcoat, 2009, quasi più commovente e straziante del libro. Non posso però non nominare anche lo stupendo musical “Il Fantasma dell’Opera” di Joel Schumacher, 2004. Musiche eccezionali che riflettono appieno il clima della storia.

21) Il Film più datato che hai visto.

Credo sia “Nascita di una nazione” di David Wark Griffith, datato 1915. L’ho scoperto grazie ad un esame universitario.

22) Miglior colonna sonora.

Non posso decidere una sola pellicola, quindi scriverò “La teoria del tutto” (James Marsh, 2014), “Animali notturni”, “Vento di passioni”, “Titanic”, la trilogia de “Il Signore degli anelli” (di Peter Jackson, dal 2001 al 2003) e il recentissimo “La la land” (Damien Chazelle, 2016).

23) Miglior Saga.

Ho amato molto la saga di “Hunger Games” e quella di “Harry Potter”, entrambe trasposizioni cinematografiche di una serie di romanzi.

24) Miglior Remake.

A furia di ripetermi, direi “Il Fantasma dell’Opera” del 2004. Il Fantasma non solo mantiene l’aura misteriosa e mortifera che gli appartiene, ma diventa anche affascinante e prestante, grazie anche all’interpretazione di Gerard Butler.

 

 

 

E voi, cosa ne pensate dei film che ho nominato? Cosa avreste risposto alle domande? Fatemelo sapere nei commenti!

A presto,

Bea

 

 

Advertisements

2 thoughts on ““Il Film” Tag

  1. Ciao, anche io non sono mai andata al cinema da sola…ma forse è una esperienza che dovremmo fare almeno una volta. Ad essere sincera poi, io amo vedere i film da sola. Mi sembra di entrarci dentro, di vivere le esperienze dei protagonisti. In compagnia ci si diverte con i film commedia, sai per ridere insieme, ma per il resto amo la tranquillità…odio chi continua a fare domande durante la proiezione! Ahaha
    Per le altre domande sarebbe davvero troppo difficile riuscire a trovare una risposta 😉
    Buona giornata!

    Liked by 1 persona

    1. Allora ci facciamo la promessa reciproca di provare ad andare al cinema da sole, dai! 😀 Ahah! Comunque sono d’accordo con quello che dici: finchè si tratta di un commento veloce durante la visione ci sta, ma non riesco ad immaginare di distrarmi dal film per interi minuti solo per chiacchierare! Problemi da cinefila insomma 🙂 Buona giornata anche a te!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...