Se vuoi conoscerti, scrivi

“Fangirl” di Rainbow Rowell

Lingua: Inglese

Edizione: Macmillan

Pagine: 459

Trama

Le sorelle gemelle Cath e Wren Avery sono pronte per iniziare il college e ciò implica fare le valigie e trasferirsi nel campus universitario, lontane dalle loro abitudini e dai comfort della propria abitazione. Wren, dinamica ed impulsiva, non vede l’ora di lanciarsi a capofitto in questa nuova avventura. Cath al contrario, da sempre timidissima ed introversa e non particolarmente amante della vita sociale, preferirebbe rifugiarsi nella sua stanza del dormitorio il più a lungo possibile, ovviamente continuando a dividere la camera con la sorella, come è abituata a fare sin dalla tenera età. Wren però ha piani diversi: vuole vivere in autonomia questa nuova esperienza e non sentirsi sempre vincolata alla gemella, dato che da sempre sono state inserite nella stessa classe, sono uscite insieme e sono riconosciute dai loro amici come inseparabili. Cath è sconvolta e rattristata dalla scelta di Wren e non le resta che cominciare questa nuova terrificante esperienza in solitudine, conoscendo controvoglia quella che sarà la sua compagna di stanza.

L’importanza della famiglia

Capiamo sin da subito quanto la famiglia sia importante per Cath; il legame simbiotico con la sorella è stato rafforzato anche dallo stesso amore che entrambe provano per la scrittura e la lettura delle fan fiction. Inoltre Wren è da sempre stata la più forte emotivamente, la più carina per i ragazzi e la più spigliata e coraggiosa. Cath soffre per la bassa considerazione che ha di sé e talvolta invidia la sorella, anche se le vuole davvero bene. Il padre poi le assomiglia molto, in quanto è emotivamente instabile e fragile da quando la loro mamma le ha abbandonate in tenera età (viene approfondito anche questo tema, l’abbandono di un genitore e le ripercussioni psicologiche sulla prole). Il padre è stato così costretto ad affrontare la difficoltà di crescere due bambine da solo, costantemente preoccupato della sicurezza economica della famiglia e della incolumità delle due persone più importanti della sua vita. Nell’arco della storia il lettore conosce sempre più Art Avery e percepisce tutte le debolezze non solo come genitore, ma anche come uomo. Se lasciato solo per lunghi periodi di tempo, il suo eccessivo concentrarsi sul lavoro e la sua disattenzione per i lavori di casa e per la cura della persona vengono messi a dura prova. Anche per questo Cath non si sente mai tranquilla quando è lontana da casa: vorrebbe badare al padre e proteggerlo dalle sue nevrosi, dimostrargli costantemente il suo affetto. Vengono sviscerati quindi i dissidi di un figlio tra il vivere la propria vita libero e lontano dal nido e la necessità di salvaguardare sempre quell’unità familiare così precaria. Anche Wren a suo modo è fragile: lo esprime con l’incoscienza e l’alcool. Tre membri di una stessa famiglia che ci permettono però di riflettere su diverse personalità, modi di affrontare il dolore e la gioia.

Simon e Baz: un rifugio

Per la protagonista scrivere fan fiction che trattano delle vicende di Simon e Baz, due studenti brillanti di una prestigiosa scuola di magia (spoiler: forte ispirazione ad “Harry Potter”), è come fosse il suo porto sicuro. Se nel mondo reale è timida, disadattata e chiusa in se stessa, quando scrive si sente capace, sicura e a casa. Ormai la cerchia dei suoi lettori è cospicua e lei è apprezzata proprio per ciò che ama fare di più al mondo. Nel corso della storia ripete spesso che sente l’urgenza di mettere per iscritto quello che Basilton e Simon fanno o dicono, come se fossero loro a suggerirle parola dopo parola, da aggiungere allo schermo bianco del pc. I due maghi hanno poi un rapporto tormentato di amore-odio, quindi questo le permette di esplorare le relazioni umane che la circondano, di analizzarle e paragonarle alla vita vera.

La serie di Simon Snow, ideata da una scrittrice affermata che sta per rilasciare l’ultimo capitolo della saga, è la causa scatenante per la quale tutta la sua vita cambia, a partire dai primi giorni di college. Cath infatti vuole terminare la sua storia (pubblicata a puntate sul suo sito) prima che esca l’ultimo libro della vera scrittrice della serie, in modo da concludere la trama in modo degno e soddisfacente per i suoi lettori, ma anche per lasciare l’ultimissima parola alla donna che ha inventato dal nulla il mondo dei maghi. Per questo si dovrà barcamenare tra lo studio delle materie dei nuovi corsi, cercherà a fatica di coltivare la sua vita sociale, di assicurarsi che la famiglia sia unita e in salute, … Insomma, un giorno frenetico e pieno di pensieri dietro l’altro. Tuttavia grazie a Simon: conoscerà meglio Levi, che diventerà una figura importante nel suo percorso; stringerà un rapporto ancora più stretto con la gemella Wren, appassionata anch’essa di scrittura di fan fiction; diventerà più sicura di sè e fiduciosa nelle sua capacità, come studentessa e come persona. Quando si dice che una passione ti può cambiare la vita…

Levi e Reagan: gli opposti insegnano

Reagan è la compagna di stanza con la quale Cath ha a che fare dal giorno 1 della sua permanenza al college. Le due ragazze sono diversissime tra loro: Reagan fuma, frequenta molti ragazzi contemporaneamente, dice parolacce ed è estremamente sarcastica. Cath è il suo opposto e per questo inizialmente fatica ad accettare che quella sarà davvero la studentessa che sarà costretta a vedere tutti i giorni in stanza. Sente che tra loro non ci potrà mai essere una amicizia… Ma sappiamo bene che la vita è imprevedibile e le persone a volte non sono come sembrano. Lo stesso vale per Levi, ex fidanzato di Reagan e ora suo migliore amico. Vivace e sorridente, piomba nella stanza di Cath improvvisamente e nei momenti più impensabili, tanto che Cath è infastidita dalla sua costante presenza. In seguito però si accorgerà della generosità e della sensibilità del ragazzo, e lo farà diventare un “porto sicuro” per le sue insicurezze, proprio come Simon e Baz.

Sia Reagan che Levi sono opposti a Cath caratterialmente e fisicamente e sembrano non appartenere al mondo della introversa e scostante Cath Avery. Ma se è vero che gli opposti si attraggono, possiamo aggiungere che possono anche insegnare qualcosa: sulla vita, sull’amore, sull’amicizia.

Considerazioni generali

Il linguaggio è molto scorrevole e non troppo complicato per chi non padroneggia la lingua a livello di un madrelingua; sono presenti molti termini usati nel linguaggio informale giovanile, quindi si ha modo di arricchire maggiormente il proprio lessico con parole e frasi che non si studiano su un libro di grammatica.

La storia è fresca, leggera e senza troppe pretese letterarie, ma riesce a trasmettere alcuni importanti concetti chiave sulle relazioni familiari e affettive e non manca l’introspezione del personaggio di Cath, che conosciamo attraverso i suoi stessi pensieri; abbiamo anche modo di osservare da vicino dal suo punto di vista tutti i personaggi che la circondano, a partire dal padre e dalla sorella.

Una lettura poco impegnativa  e forse banale in alcuni momenti dal punto di vista della trama, ma resa interessante dall’inserimento in ogni capitolo di stralci della fan fiction scritta proprio da Cath, in una sorta di ‘libro nel libro’. Tra l’altro è possibile acquistare l’intera storia scritta da Cath separatamente, nel romanzo “Carry on”, sempre della Rowell. Personalmente non credo che acquisterò anhe quest’ultimo romanzo, perchè le parti dedicate a Simon in questa storia mi hanno annoiato e mi distraevano dalla trama principale, alla quale ero davvero interessata. Capisco tuttavia che servissero ai fini della trama e apprezzo che la Rowell abbia creato ed intrecciato questi due filoni narrativi, o meglio, due romanzi, in contemporanea.

 

 

 

 

E voi, avete letto questo romanzo, anche nella versione italiana? Fatemi sapere nei commenti!

A presto,

Bea

Annunci

3 thoughts on “Se vuoi conoscerti, scrivi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...